Prevenzione oncologica

L’importanza di una diagnosi precoce

Negli ultimi tempi, particolare rilievo è stato assunto dalla diagnostica, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione oncologica.

Per contrastare l’insorgenza e la proliferazione dei tumori, infatti, è necessario effettuare una diagnosi precisa e tempestiva già a partire dai primi sintomi. Studi recenti dimostrano che il cancro alla mammella, al colon-retto e alla cervice uterina, ad esempio, possono essere sconfitti grazie a una diagnosi precoce e ad appositi piani terapeutici.

La diagnostica, quindi, rappresenta un’efficace attività di prevenzione oncologica, utilissima per evitare cure invasive e interventi chirurgici lunghi e delicati.

Gli screening oncologici

I tre tipi di cancro sopra citati rientrano tra i più diffusi in Italia. Con gli screening oncologici è possibile prevederne la formazione o quantomeno bloccarne la crescita: ciò si traduce in un grosso beneficio per tutti gli individui predisposti a contrarre queste patologie, in quanto grazie ad essi è possibile migliorare la qualità della loro vita e la percentuale della loro sopravvivenza.

Per incentivare la prevenzione, da diversi anni le ASL si stanno impegnando a invitare tutti i cittadini a effettuare esami diagnostici volti a riscontrare la presenza di malattie oncologiche.

Tali esami vengono definiti screening di popolazione e consistono in un test preliminare seguito da ulteriori accertamenti e trattamenti più specifici.

Rispetto agli esami individuali, quelli effettuati su larga scala risultano meno soggettivi e più generalizzati e utili per valutare l’andamento delle patologie oncologiche in base all’età, al sesso e alle abitudini dei soggetti interessati.

Un investimento a lungo termine

La diagnosi precoce delle patologie oncologiche ottenuta con gli screening è un’utile alleata contro la mortalità da tumore e rappresenta un valido investimento in tal senso: pochi minuti rispetto a un’intera esistenza sono facilmente spendibili e possono salvare vite umane da malattie invasive e spesso incurabili.

Gli esami diagnostici più attendibili

Non tutti gli esami diagnostici possiedono un alto valore di attendibilità. Ad oggi, quelli più sicuri ed efficaci sono i seguenti:

  • mammografia (per rilevare il cancro alla mammella);
  • Pap test (per rilevare il cancro alla cervice uterina);
  • ricerca del sangue occulto e rettosigmoidoscopia (per rilevare il cancro al colon-retto).

Condividi la tua opinione